Il panda minore

Sassi dipinti - panda minoreUn piccolo panda minore. Questi mammiferi, strettamente imparentati ai procioni, si adattano meravigliosamente a una grande varietà di sassi e sono da sempre tra i soggetti che preferisco. Il mio primo panda su pietra risale a una ventina d’anni fa e venne acquistato da un caro amico che lo custodisce ancora molto gelosamente. Lo dipinsi in posizione eretta e ne andavo così fiero che separarmene fu davvero traumatico. Da allora quante cose sono cambiate! Oggi sapere i miei sassi dipinti nelle case di chi li apprezza mi rende felice. Essere ricordati ogni volta che la propria opera viene ammirata non è forse bellissimo?

Potrebbe anche interessarti:

8 risposte a Il panda minore

  • aldacrispino scrive:

    quanto sei fantastico

    che bravo che sei …ti seguo da anni …vorrei fare un corso con te……..è possibile

  • Marianna scrive:

    Si, è bellissimo!!!! all’inizio sembra quasi che il valore affettivo non possa essere sostituito da quello economico..però sapere che le persone apprezzano ciò che fai, e fare le cose per un motivo, per qualcuno, è sempre una soddisfazione immensa..altrimenti saremmo sommersi dalle cose che facciamo..e che senso avrebbe più?!?!?

    è troppo dolce questo panda, ma quanto è grande/piccolo?!? :)

  • Roberto Rizzo scrive:

    @ Ada: grazie mille…se vieni a Roma in autunno sicuramente potrai seguire un mio corso!

    @ Marianna: se fermi il puntatore del mouse sull’immagine per un istante dovrebbe apparirti una scritta con le dimensioni di ogni lavoro…ad ogni modo si tratta di un sasso piccolo, di circa 12 cm di lunghezza.

  • Marianna scrive:

    E’ piccolo!
    ..Che strano..non ci ho proprio fatto caso! Che sbadata! Grazie, comunque!

  • carolina scrive:

    Come sempre: spettacolare!!!!

  • Roberto Rizzo scrive:

    Grazie, Carolina.

  • Lorenzo scrive:

    Roberto,
    i Suoi lavori sono straordinari.
    Mi piacerebbe molto avere un piccolo panda minore sul mio comò,
    presto La contatterò per acquistarne uno.
    I miei conoscenti moriranno d’invidia.
    Saluti,
    Lorenzo

  • Roberto Rizzo scrive:

    @ Lorenzo: sapevo che non mi avrebbe deluso…sagace come pochi! ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *