Ritratto di Gizmo

Sassi dipinti con caniAncora un ritratto su pietra di un cagnolino che purtroppo non c’è più. Questo Papillon dallo sguardo dolcissimo si chiama Gizmo (il nome mi ha ricordato ‘Gremlins’, un film indimenticabile per noi bambini degli anni 80!) e presto partirà per un lungo viaggio verso gli Stati Uniti, dove raggiungerà Yvonne, la sua padrona, che non l’ha mai dimenticato. Oltre al sasso dipinto Yvonne mi ha commissionato un ritratto su tela che realizzerò nei prossimi giorni. Lavorare su Gizmo è stato stimolante: intorno agli occhi, sul muso e sulle zampe il pelo dei Papillon è corto e compatto, mentre sul resto del corpo è molto più ondulato e fluente. Sei interessato anche tu a un ritratto del tuo cane? Allega una foto nitida del soggetto al modulo contatti e inviami la tua richiesta: riceverai in breve e senza impegno un preventivo dettagliato.

Potrebbe anche interessarti:

6 risposte a Ritratto di Gizmo

  • carolina scrive:

    Sempre meglio!!!!

  • Roberto Rizzo scrive:

    Grazie Carolina! :)

  • lucia scrive:

    Bravo Roberto…è uno spettacolo per gli occhi quello che riesci a fare dipingendo un semplice sasso!!

  • Yvonne Savaikis scrive:

    I lost a treasured friend, my beloved Gizmo, 3 years ago. My little dog use to lay his gentle head in my lap and shared his silent thoughts with me. Gizmo will no longer come to my call, or retrieve his favorite ball. Although my eyes are filled with tears, I am thankful that I had him for 6 years, and for his love and loyalty. I commissioned Roberto Rizzo to make a portrait and a sea stone in memory of Gizmo, received package yesterday and was in awe of his tremendous artwork! I now have Gizmo forever immortalized in my canvas and stone, I am forever greatful Roberto!

  • Roberto Rizzo scrive:

    @ Lucia: grazie di cuore!

    @ Yvonne: I understand your pain and I’m so happy to have portrait your beloved Gizmo, it’s a way to celebrate his memory forever, thank you very much!

  • Lori Griner scrive:

    how do I go about getting a portrait done?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *