Archivi del mese: maggio 2012

Salamandra macchiata e farfalla azzurra

Sassi dipinti - salamandra e farfallaDue soggetti dipinti un po’ di tempo fa su sassi di una decina di centimetri appena. La salamandra è ora esposta in compagnia di alcuni preziosi in una vetrina della hall dell’Hotel Excelsior di Roccaraso.

Potrebbe anche interessarti:

Copertina per il nuovo disco dei Fabularasa

Illustrazione di copertina del nuovo disco dei Fabularasa

L’imminente uscita del nuovo album dei Fabularasa mi regalerà una doppia emozione: innanzitutto non vedo l’ora di gustare le undici canzoni nuove di zecca di quello che a mio avviso è il miglior gruppo italiano degli ultimi anni, in secondo luogo sono orgoglioso che per la copertina di D’amore e di marea sia stata scelta la mia opera A passione, che mi auguro porti fortuna e successo alla band. Il disco verrà presentato in anteprima nazionale giovedì 31 Maggio, con un concerto al Ke Nako di Roma in via dei Piceni 24. Chiunque possa cerchi di non mancare, vi assicuro che ne vale la pena. La raffinatezza di canzoni venate di jazz, le liriche poetiche, il profondo attaccamento ad una tradizione popolare nobile e gli straordinari appunti strumentali tendono insieme a una leggerezza impegnata: troverete tutto questo e molto altro nel progetto Fabularasa.
“Se il primo En plein air era il disco dell’aria, D’amore e di marea è il disco dell’acqua; dell’acqua e della sete. La vita in mare di viaggiatori, marinai, profughi e contrabbandieri, il Mediterraneo come pratica quotidiana, come rumore di fondo. Un racconto in undici capitoli di una ricerca necessaria, di un’inquietudine. Come una conchiglia che restituisce l’illusione del suono del mare, le canzoni di questo disco raccolgono una molteplicità di suggestioni: l’eco della Primavera Araba, la lezione morale di Giuseppe Di Vittorio, il congedo di Ettore Majorana, la fatica dei braccianti di Puglia ai primi del Novecento, la lucida visione profetica di Pier Paolo Pasolini, la ‘Musica leggera’ di Mascagni e ancora storie private, lettere e serenate”.

Potrebbe anche interessarti:

Scimpanzé

Sassi dipinti - scimpanzéTra i soggetti più ostici da dipingere su pietra ci sono senza dubbio le scimmie antropomorfe. Le lunghe braccia penzolanti lungo il corpo e il modo in cui si accovacciano non aiutano di certo a racchiuderle realisticamente nello spazio a disposizione. Ciononostante trovo questo scimpanzé uno dei miei lavori meglio riusciti, perché il sasso a forma di birillo mi ha permesso di rispettare in pieno le proporzioni dell’animale. Qualcuno sostiene che la banana sia un elemento allusivo (chissà…), in realtà è un espediente che utilizzo per ‘spezzare’ la monotonia del pelo scuro. Purtroppo, quando di tratta di immortalare oggetti tridimensionali come i sassi dipinti, l’obiettivo di una fotocamera mostra tutti i suoi limiti e pur avendolo ripreso da diverse angolazioni posso assicurare che lo scimpanzé dal vivo è più slanciato e proporzionato di come appare in foto. Un motivo in più per venirmi a trovare alla prossima mostra e vedere le mie opere da vicino, no?

Potrebbe anche interessarti:

Specchio nascosto

Specchio nascosto | L'arte di Roberto Rizzo‘Specchio nascosto’ fa parte di un breve ciclo di tele a tema paesaggistico. Non si tratta di scorci mediterranei, bensì di vedute nord europee, caratterizzate da luci livide e mezzetinte tenui. Per realizzare questi lavori ho tratto ispirazione da un bel libro fotografico sui tesori naturalistici della campagna tedesca, acquistato in un mercato dell’usato. Ho rielaborato le immagini disegnando direttamente a pennello linea di orizzonte e punti di fuga, proprio come se mi trovassi a lavorare in plein air. Trattandosi di zone paludose, l’acqua è onnipresente e anche questo è un aspetto che mi affascina, perché stagni e canali spezzano la monotonia e infondono dinamismo alla pianura circostante. E’ stato bello liberare la mano dalla precisione che caratterizza gran parte dei miei lavori e plasmare il panorama attraverso pennellate rapide e intuitive, mantenendo però il rigore generale della composizione, nella speranza di arrivare a una sorta di ‘impressionismo stratificato’ che fosse il più originale possibile. Se sia riuscito o meno nell’intento lo lascio decidere a voi, fatemi sapere cosa ne pensate!

Potrebbe anche interessarti:

Indovinelli visivi: droodle #2

Funny droodles by Roberto Rizzo
Un nuovo appuntamento con i miei droodles (per sapere di cosa si tratta cliccate qui).
Siete in grado di dire cosa rappresenta l’immagine senza cliccare sulla soluzione?
Mi raccomando, non fatevi ingannare dalle apparenze…in questi indovinelli niente è come sembra! :)

Mostra soluzione

Fungo anoressico

Potrebbe anche interessarti:

Pagina 1 di 212