skip to Main Content

Piccolo pastore tedesco

Dipingere sui sassi è un’attività gratificante, ma dopo una serie di commissioni un tantino ripetitive mi era venuta voglia di lavorare a qualcosa di diverso. Così ho scelto un pastore tedesco, soggetto che negli anni ho dipinto raramente.

Come potete notare, le irregolarità della pietra contribuiscono a far risaltare la ‘muscolatura’ dell’animale. Stavolta non si tratta di un ritratto da foto, questo cucciolone l’ho praticamente inventato.

Con l’esperienza si acquisisce infatti una memoria visiva notevole. Potete allenarla e perfezionarla anche voi con un semplice esercizio: fermatevi ad osservare per qualche minuto un’immagine che vi piace, facendo attenzione ad ogni minimo dettaglio di cui è composta, dopodiché mettetela via, prendete una matita e provate a trasferirla fedelmente su un foglio di carta. Confrontando il vostro elaborato con la foto di partenza noterete se qualcosa vi è sfuggito e potrete facilmente individuare gli aspetti da migliorare.

Questo articolo ha 2 commenti
  1. Roberto Rizzo, what great perception and depth from your memory of this beautiful german shepard puppy ♥Yet, again you amaze me with your exquisite artitist ability♥

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top