skip to Main Content

Allocco di Lapponia

Ho la fortuna di vivere in un luogo sul mare dove abbondano sassi dalle forme stranissime. Quelli lisci e regolari sono più rari da queste parti (un po’ mi mancano) ma almeno posso sbizzarrirmi e realizzare opere uniche come questo allocco di Lapponia poggiato su ramo.

Allocco di Lapponia (retro)

Si tratta di uno dei sassi dipinti più complessi che abbia mai realizzato e mi ha tenuto impegnato un’intera settimana, senza pause. Il risultato è sorprendentemente realistico e proporzionato, grazie alla cura maniacale di ogni dettaglio. E’ possibile acquistarlo qui.

Allocco di Lapponia (dettaglio testa)
Allocco di Lapponia (dettaglio zampa)
Questo articolo ha 6 commenti
  1. Incredibile realismo, davvero un capolavoro. Complimenti.
    Credo di aver capito la zona dove abbondano i sassi perché io li ho visti (e raccolti per realizzare lo stesso tipo di lavoro) solo e sempre nella zona dove vivo io.
    Un caro saluto e ancora tanti complimenti.

  2. Ciao Annarita,
    grazie del commento e dei complimenti.
    La zona alla quale mi riferisco nell’articolo non si trova in Italia bensì in Andalusia, nel sud della Spagna, dove vivo.
    Un abbraccio!

  3. Complimenti sono davvero stupendi! Ma come fai a dipingere anche su pietre così ruvide e irregolari e ottenere risultati impeccabili?

  4. Grazie del commento, Susanna!
    E’ vero, le pietre che sto utilizzando negli ultimi anni non sono né lisce né regolari e un po’ mi mancano i bei ciottoli levigati e chiari del Cilento e dell’Adriatico.
    In merito alla tua domanda devo dire – senza peccare di presunzione – che per ottenere risultati simili occorrono semplicemente due cose: esperienza e abilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top