skip to Main Content

Ritratto di Roy

Roy era uno splendido pastore scozzese che ci ha lasciato di recente. Mando un abbraccio affettuoso a Cettina, che, nel ritirare il suo dipinto su pietra, era visibilmente commossa.

Doversi separare da queste creature meravigliose è sempre molto doloroso, ecco perché in ogni ritratto, oltre a concentrarmi sulla somiglianza, cerco di cogliere anche lo spirito dell’animale e la sua energia vitale.

Non so se ci riesco sempre, ma riconoscere la gioia negli occhi di chi lo ha amato è un’emozione alla quale non ci si abitua mai e che rende il mio lavoro di artista davvero impagabile. Il sasso scelto per Roy non è grande ma mi ha tenuto impegnato per più di due giorni. Che ne pensate, vi piace?

Questo articolo ha 12 commenti
  1. Vorrei regalare a mio marito per il nostro anniversario oppure per Natale il ritratto del nostro “bambino”, un birmano con degli splendidi occhi azzurri che ci ha scombussolato la vita. Come fare? Vorrei conoscere le modalità. Per quanto riguarda i suoi lavori che dire? Solo BRAVO…ma secondo me si sarà anche stufato di sentirselo ripetere! In attesa di una sua mail la saluto.
    MrsOnion

  2. Questo lavoro è fantastico, spero che questo sasso consoli almeno un pochino la sua padrona come il ritratto di Briciola ha consolato me.
    Baci simona da Roma

  3. Grazie…dal cuore! Caro Roberto sei riuscito a cogliere l’anima del mio Roy, la sua luce speciale negli occhi…sei riuscito con la tua ‘particolare’ arte a far vivere per sempre quella gioia del primo sguardo! Un abbraccio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top